Menu

user_mobilelogo

Programma aggiornato per la giornata storica del 01/08/2015


ISCRIVITI QUI


Ore 9.30 Ritrovo al passo del Tonale e visita all'ossario.

Ore 10.30 / 11.00 Salita al passo Paradiso con la cabinovia e visita al museo. per la partenza verso il Presena. All'arrivo delle cabinovia del Presena, visita al museo realizzato all’interno di una galleria scavata nel granito a 2.600 metri di quota dai soldati impegnati nel primo conflitto mondiale. 
Il museo consente di rivivere tutte le difficoltà di una guerra combattuta alle alte quote delle vette alpine durante i gelidi inverni di inizio del secolo scorso. L'accesso al museo è gratuito.
Mentre si percorrono i 60 metri del tunnel, un'installazione sonora propone raffiche di mitragliatrici ed echi di bombardamenti molto suggestivi che riportano il visitatore indietro nel tempo, quando queste pareti fungevano da riparo dal gelo e dal fuoco nemico. In prossimità del museo è possibile visitare un secondo tunnel scavato sempre durante la grande guerra, dove sono visibili le postazioni di guardia ed avvistamento utilizzate un tempo dai soldati.
La galleria “Suoni e voci della Guerra Bianca” completa un interessante percorso, tutto segnalato, che comprende anche il villaggio militare dei Monticelli e porta in cresta dove sono conservati tratti di trincea, piazzole per l’artiglieria e dove è stata collocata una tavola di orientamento per aiutare il visitatore ad orientarsi tra le vette circostanti che spaziano dall’Adamello-Presanella all’Ortles-Cevedale.

Ore 15.30 / 16.00 Seconda tappa a Temù, Museo della Grande Guerra.
Oltre alle numerose fotografie che accompagnano il cammino del visitatore, è possibile vedere tutti gli strumenti che i soldati italiani utilizzarono in queste alte vette delle Alpi. Dalle slitte di legno per il trasporto di materiali agli equipaggiamenti personali, dalle munizioni e granate rinvenute tra i ghiacci ai cannoni, trasportati in alcuni casi anche a 3000 metri di altezza.
All'interno del museo si è provveduto poi alla ricostruzione di una baracca di alta montagna e di una teleferica, strumento che consentiva il trasporto di qualsiasi cosa da valle fino a cima. Sono inoltre esposti volantini di propaganda, medaglie, documenti e alcune croci provenienti da vecchi cimiteri militari.

La giornata è aperta a tutti e non solo ai componenti del Coro della Brigata Alpina Tridentina in congedo.
Per chi volesse partecipare, puo' lasciare numero di cellulare come messaggio privato alla nostra pagina se eventualmente verranno variati orari e luoghi di ritrovo in funzione anche della cabinovia.